EBM e OPNM, nuovi regolamenti

del 07.03.2018

In occasione dell’Assemblea EBM tenutasi a Roma il 15 febbraio, sono state apportate le modifiche al Regolamento delle prestazioni, che entreranno in vigore dall’1 marzo 2018. Nello specifico le modifiche si riferiscono alla “Carenza di malattia”, dove è stato aumentato il periodo di richiesta della prestazione: si passa dal mese successivo all’evento a tre mesi successivi.

Altra modifica riguarda la “malattia continuativa”: per poter beneficiare di tale contributo deve verificarsi il pagamento da parte dell’azienda del 50% della retribuzione, per un minimo di 10 giorni lavorativi al mese di assenza per malattia. Al di sotto dei 10 giorni la prestazione non sarà erogata. La tempistica per poter richiedere tale prestazione è fissata entro il sesto mese successivo alla decurtazione del 50% della retribuzione.

È stato introdotto, inoltre, nella sezione relativa al fondo sostegno al reddito lavoratore, un capitolo sulle “Tempistiche per la presentazione delle domande”, che sono così definite:

• L.104/1992: entro sei mesi dalla prima data di rilascio mentre per gli anni successivi, da gennaio entro la fine di giugno;
• Infortunio Inail: entro sei mesi dall’effettivo rientro dopo l’infortunio superiore o uguale a 40 giorni;
• Diritto allo studio (Nido/Materna - Università - Scuola Media Inferiore - Scuola Media Superiore): sei mesi dall’inizio dell’anno scolastico/accademico, quindi da settembre entro la fine di febbraio dell’anno successivo;

• Nascita/Adozione: entro sei mesi dalla data di nascita o dalla data di avvenuta adozione.

Modifiche sono state apportate anche al regolamento delle prestazioni dell’OPNM, l’Organismo Paritetico Nazionale Metalmeccanici. È stato innalzato l’importo erogato relativo ai costi a sostegno delle aziende per l’acquisto di apparecchi defibrillatori: il contributo passa da 800 a 1000 euro.

Resta, invece, invariato l’importo di 100 euro ciascuno per la formazione dei due addetti all’utilizzo dell’apparecchiatura, mentre l’importo del contributo del 50% del costo del defibrillatore passa da 600 a 800 euro iva esclusa. Tali modifiche sono consultabili nel box “Fondo Sicurezza” presente nella home page del sito www.entebilateralemetalmeccanici.it alla voce “Prestazioni OPNM”.

Ufficio Stampa Confapi Padova
stampa@confapi.padova.it